I controlli a tappeto della Guardia di Finanza

di Vito Verna Commenta

I controlli della Guardia di Finanza hanno interessato anche la località sciistica di Courmayeur.

Che sia semplice spettacolarizzazione dei quotidiani interventi delle forze dell’ordine piuttosto che effettiva intensificazione dei succitati interventi, purtroppo, non è dato saperlo.

SEGNALARE LE INGIUSTIZIE GRAZIE AD URIBU

Ciò che è certo, più di ogni altra cosa, è che i controlli a tappeto della Guardia di Finanza, cominciato sabato 31 dicembre 2011 a Cortina d’Ampezzo, starebbero cominciando a sortire gli effetti desiderati e, per la prima volta dall’inizio di questa serie di operazioni incrociati che avrebbero interessato, nell’ordine, Cortina d’Ampezzo, appunto, Roma, Milano, Sanremo e Napoli, gli abitanti, i commercianti ed i turisti di Courmayeur, non si sarebbero stupiti dell’arrivo dei finanzieri e, sebbene ciò non sia ancora stato verificato con certezza, si potrebbe già oggi essere oltremodo sicuri del fatto che i conti dei ristoranti della ridente località sciistica siano risultati essere perfettamente in regola.

LE NUOVI VOCI DEL REDDITOMETRO 2012

Nel servizio, preparato dagli esperti del Corriere della Sera, il racconto dell’operazione della Guardia di Finanza a Courmayeur.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>