Incentivi pompe di calore

di Alessandro Bombardieri Commenta

La misura del bonus è del 20% sul prezzo d'acquisto del prodotto, fino ad un massimo di 400 euro.

Tra i molti incentivi governativi c’è anche quello sulle pompe di calore, che devono essere acquistate in sostituzione di scaldacqua elettrici.

Deve avvenire poi l’installazione di pompe di calore ad alta efficienza con Cop uguale o maggiore a 2,5 secondo la norma EN 255-3, dedicate alla sola produzione di acqua calda sanitaria.

Come specificato dal ministero stesso, lo scaldacqua a pompa di calore è un apparecchio che consente, tramite l’alimentazione elettrica, di riscaldare l’acqua sanitaria sfruttando il calore estratto dall’aria.

L’incentivo come sempre viene applicato a tutti i prodotti, comprati e venduti in Italia anche non italiani, con il requisito che rispettino il decreto ministeriale 26 marzo 2010.

La misura del bonus è del 20% sul prezzo d’acquisto del prodotto, fino ad un massimo di 400 euro. Per avere il bonus bisogna chiederlo al venditore, il quale si informerà sulla disponibilità e darà il via alla pratica.

È necessario fornire un documento di riconoscimento e il numero di codice fiscale mentre per rimanere aggiornati sulla disponibilità di fondi basta come sempre visitare il sito del ministero dello Sviluppo economico.

I fondi a disposizione sono di 50 milioni di euro, divisi con lavastoviglie, forni elettrici, piani cottura, cucine di libera installazione e cappe climatizzate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>