Possibili segnali di stanchezza per Putin sul conflitto in Ucraina

di Daniele Pace Commenta

Cosa sappiamo in queste ore sugli sviluppi del conflitto in Ucraina

La guerra in Ucraina non rappresenta un’occasione politica a lungo termine per Putin, almeno per quanto riguarda la percezione che i russi hanno del conflitto arrivati a quasi due mesi di bombardamenti. Andrey Kortunov, direttore generale del Consiglio per gli affari internazionali della Russia ed ex consigliere della commissione per le relazioni internazionali del parlamento russo, ha parlato al programma Today di Radio 4 su come il presidente Vladimir Putin potrebbe procedere con la guerra.

Putin

Le ultime su Putin e sulla guerra in Ucraina

Putin ha bisogno di qualcosa che può presentare a casa come una vittoria, dice. “La domanda è quanto è abbastanza?”. Se si seguono le sue dichiarazioni più recenti, dice Kortunov, solo due giorni fa ha sostenuto che l’unica missione dell’operazione in Ucraina era proteggere la popolazione del Donbas. Ciò implica che non si tratta di un cambio di regime in Ucraina, ma piuttosto di assicurarsi i guadagni che la Russia ha ottenuto nell’est del paese, dice.

Kortunov ritiene inoltre che qualsiasi escalation potrebbe richiedere una sorta di mobilitazione e “aumenterà il rischio politico per la leadership russa”. “La gente in Russia non vuole davvero andare a combattere contro gli ucraini. “Il sostegno pubblico alla leadership potrebbe diminuire se tutta questa faccenda si intensifica o se tutta questa faccenda dura troppo a lungo”. Aggiunge: “Vedo segni di stanchezza. Forse è troppo presto per dire che l’opinione pubblica russa sta cambiando opinione sul conflitto, ma sicuramente non può durare troppo a lungo”.

Quali sono le indicazioni che vengono dall’Ucraina per Putin? La Russia afferma che il suo incrociatore missilistico del Mar Nero Moskva è stato gravemente danneggiato da un incendio che ha causato l’esplosione delle sue munizioni. Funzionari ucraini affermano che la nave è stata colpita da due dei suoi missili, ma ciò non è stato ancora confermato.

Mykola Bielieskov è ricercatore presso l’Istituto nazionale ucraino per gli studi strategici a Kiev, che fornisce consulenza al governo ucraino su questioni militari. Dice che l’incidente è “uno strumento psicologico molto potente per sostenere il morale”. Tuttavia, osserva che la Moskva “è una vecchia nave” – ​​e sono state le nuove navi russe che hanno colpito l’Ucraina con “missili da crociera Kalibr”.

“Ma è comunque un’ammiraglia per la flotta russa del Mar Nero e sicuramente è un danno grave, non solo in termini di capacità materiali ma anche per il morale. “E d’altra parte è una spinta molto potente per il morale ucraino”. Staremo a vedere cosa farà Putin adesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>