Un anno dopo occupy wall street

di Gianni Puglisi Commenta

Nasceva Occupy Wall Street che, per molti mesi, riuscì a mantenere intatte le proprie posizione e la propria posizione sino a che il movimento non venne disperso e, forse, dimenticato.

Spread the love

Era sabato 17 settembre 2011 quando tutto cominciò.

LA CRISI ECONOMICA E’ DIVENTATA CRISI POLITICA E SOCIALE

Centinaia di persone, per così dire convocate da una rivista canadese, la celeberrima Abduster, cominciarono, proprio in quella fatidica data, ad occupare Zuccotti Park dopo il tentativo, fallito, di occupare Wall Street.

I SUICIDI DELLA CRISI ECONOMICA

Nacque, in questo modo, il movimento degli indignati statunitensi, rappresentante di quel 99% della popolazione che vive in povertà e paga per quell’1% che gode di tutte le ricchezze della terra.

POSSIBILI EFFETTI COLLATERALI DELLA CRISI ECONOMICA

Nasceva Occupy Wall Street che, per molti mesi, riuscì a mantenere intatte le proprie posizione e la propria posizione sino a che il movimento non venne disperso e, forse, dimenticato.

In questi giorni, ad un anno di distanza da quegli eventi, una nuova generazione occupa Zuccotti Park con lo scopo di ricordare o, forse, di ricominciare, seguendo un altra strada, a lottare per cercare di sconfiggere, in ogni luogo del mondo, ogni sorta di diseguaglianza.