Le Parlamentarie del movimento 5 stelle normalità e rivoluzione

di G.V. Commenta

Domani si concludono le primarie del movimento cinque stelle di Grillo. Molti ancora i dubbi e le perplessità sui criteri di selezione. Sta di fatto che ci si vede tutti in Parlamento nel 2013.

Sono in corso in questi giorni, nel silenzio dei mass media le primarie del movimento 5 stelle per selezionare i propri candidati al Parlamento alle prossime elezioni politiche. Sondaggi alla mano il M5S si attesta su una forbice di preferenze che va dal 15% al 20%, in sostanza stiamo parlando del secondo o terzo partito in Italia. Quindi questo comporta che tra le file del movimento verranno eletti poco meno di una centinaia di parlamentari che avranno un peso enorme nella vita politica futura del nostro paese.

A questo punto viene da chiedersi, perché così poco interesse al M5S da parte di tutta la discussione politica, che continua a dirigersi verso le solite tematiche sul ritorno in campo o meno di Berlusconi o le potenziali alleanze future tra cattolici e ex PCI. Perché non ci si interessa ai modi in cui si sta selezionando la nuova classe dirigente targata M5S. Si dice che siano cittadini comuni, incensurati e con meno di due mandati politici alle spalle, ma diciamo che questo dovrebbe essere la normalità, in un paese come il nostro invece diventa la novità, la “rivoluzione”. 

Ma vediamo le regole di queste “parlamentarie” del movimento 5 stelle. Si possono candidare tutti coloro che si sono già presentati a passate competizioni elettorali (comunali e regionali) con il logo del movimento e che compiono 25 anni entro febbraio 2013. Sono escluse le persone che hanno incarichi da eletti al 29 ottobre 2012. Mentre può votare, in maniera gratuita, tutti coloro che risultano iscritti entro il 30 settembre 2012 al M5S e e che abbiano certificato la loro identità tramite il caricamento di un proprio documento entro venerdì 02/11/12 ore 24 ora italiana. Ogni elettore può esprimere un numero massimo di tre preferenze, per i candidati in ciascuna circoscrizione, indicati sul sito beppegrillo.it

► COME FUNZIONANO LE PARLAMENTARIE DI BEPPE GRILLO

Le votazioni termineranno domani e di sicuro come già sta accadendo non mancheranno le critiche sopratutto per ciò che attiene alla trasparenza di queste “selezioni” e alla possibilità di parteciparvi. Infatti per esempio non si sa il numero effettivo di elettori, non si sa chi controllerà sullo scrutinio online o dove sia il server che conterrà tutte le info raccolte. Intanto sta di fatto che il moVimento 5 stelle di sicuro arriverà in Parlamento e con un gran numero di suoi rappresentanti.

 

 NUOVA LEGGE ELETTORALE EMENDAMENTO ANTI-GRILLO

► PROGRAMMA ELETTORALE BEPPE GRILLO 2012 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>