Difendersi dall’aumento dei prezzi

di Vito Verna Commenta

Come difendersi dall'aumento dei prezzi

Ci stiamo occupando, in questi giorno, del generale aumento dei prezzi a cui andremo incontro con l’approvazione definitiva del decreto legge 13 agosto 2011 n° 188 sulle misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo, altrimenti noto come manovra finanziaria 2011.

Purtroppo, come vi sarete accorti leggendo i nostri articoli, vi sarete ben resi conto che, tra aumento dell’IVA (+385 euro su base annua), taglio della spesa pubblica ed aumento della pressione fiscale, la manovra finanziaria potrebbe rappresentare una stangata da 1.500 euro a famiglia.

Le cose, probabilmente, andranno peggio con l’inizio del 2012 quando, cioè, il provvedimento sarà entrato a regime e potremo calcolare, davvero, il costo della manovra finanziaria.

Nell’attesa ecco un piccolo vademecum per aiutarvi a risparmiare il più possibile.

ALIMENTARI

Per ridurre la spesa sugli alimentari sarebbe bene:

– rifornirsi di frutta fresca di stagione

– rivolgersi ai farmer’s market (vendono prodotti di stagione e, in più, a chilometri zero)

– aderire alle più svariate offerte o promozioni

– calibrare gli acquisti all’effettivo consumo del nucleo familiare (così da non dover buttare merce non consumata perché scaduta)

– comprare principalmente prodotti sfusi o alla spina

ACQUISTO AUTO E CARBURANTI

Per risparmiare sul carburante sarebbe bene:

– scegliere auto dai consumi ridotti

– adottare comportamenti sobri che non sforzino inutilmente la vettura

– effettuare i rifornimenti presso le cosiddette pompe bianche (ormai quasi 2.000 in tutta Italia) o al self-service

BOLLETTA ENERGIA ELETTRICA

Per ridurre l’importo della bolletta sarebbe bene:

– concentrare i consumi nelle fasce orarie economiche

– dotarsi di lampadine ed elettrodomestici a basso consumo

– utilizzare gli elettrodomestici in modo razionale ed intelligente

– non lasciare mai gli elettrodomestici in stand by (spegnendoli si risparmia sino a 60 euro all’anno per apparecchio)

– valutare le offerte del libero mercato

SCUOLA

Per risparmiare sulle spese scolastiche sarebbe bene:

– acquistare gli articoli di cancelleria presso supermercati o ipermercati (si può arrivare a risparmiare sino al 40% ogni anno)

– aderire alle iniziative promozionali stile “Kit Scuola” proposte anche dalle librerie

– valutare l’acquisto di libri usati

CONTI CORRENTI E CONTI DEPOSITO

Per risparmiare nella gestione dei conti correnti e dei conti deposito sarebbe bene:

– tenere sotto controllo e confrontare periodicamente l’ISC (Indicatore Sintetico di Costo)

– scegliere la domiciliazione delle bollette

– non sforare il tetto delle operazioni incluse nel canone annuo

– preferire le operazioni online o all’ATM piuttosto che allo sportello

– controllare l’estratto conto online o all’ATM piuttosto che in forma cartacea

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>