Intercettazioni telefoniche indispensabili

di F.D. Commenta

Il procuratore Grasso chiede che vengano mantenute attive le modalità vigenti sulle intercettazioni perchè è l'unico metodo per sconfiggere la..

piero-grasso

Piero Grasso, il procuratore nazionale antimafia, ha fatto un appello ai legislatori del governo alle prese con la nuova legge sulle intercettazioni telefoniche.

Il procuratore Grasso chiede che vengano mantenute attive le modalità vigenti sulle intercettazioni perchè è l’unico metodo per sconfiggere la criminalità e non solo quella organizzata. Per effettuare una intercettazione, con la nuova legge, il giudice dovrà concedere il permesso solamente dopo aver valutato gli evidenti indizzi di colpevolezza e non come è adesso grandi indizzi di reato.


Evidenti indizzi di colpevolezza significa che il giudice deve concedere agli inquirenti il lusso di attivare una intercettazione telefonica solamente quando risulta evidente la colpevolezza di un indagato.

Spesso però la colpevolezza la si prova solamente dopo le intercettazioni telefoniche e se queste non possono essere effettuate si rischia di bloccare il lavoro a quelle persone che vogliono scoprire un crimine.


Il ministro Alfano ha sottolineato in più occasioni che la nuova legge sulle intercettazioni telefoniche entrerà in vigore solamente per le pene superiori ai 5 anni di reclusione e verranno esclusi tutti i reati di mafia e di terrorismo.

L’opposizione accusa che in questo modo si bloccheranno un sacco di intercettazioni telefoniche utili a scoprire anche reati di mafia perchè se la clausula dice che per la delibera deve essere evidente il reato è impossibile scovare un reato prima che questo venga compiuto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>