I tagli della Spending review e le mancate riforme

di Vito Verna Commenta

26 miliardi di euro in soli 3 anni. Ecco quanto il Governo Monti sarebbe riuscito a far risparmiare all'Italia sino ad oggi, ovverosia a nemmeno un anno di distanza dal proprio caotico e confusionario, per quanto trionfante e necessario, insediamento a causa del fallimento del Governo Berlusconi IV.

I tagli della Spending review e le mancate riforme

26 miliardi di euro in soli 3 anni.

SPENDING REVIEW A PALAZZO CHIGI

Ecco quanto il Governo Monti sarebbe riuscito a far risparmiare all’Italia sino ad oggi, ovverosia a nemmeno un anno di distanza dal proprio caotico e confusionario, per quanto trionfante e necessario, insediamento a causa del fallimento del Governo Berlusconi IV.

10.000 DIPENDENTI STATALI IN MOBILITA’

Una cifra decisamente molto consistente che, nonostante tutto, non sarebbe ancora riuscita a scongiurare definitivamente, bensì solamente a rinviare, l’aumento di ben 2 punti percentuali dell’aliquota ordinaria e dell’aliquota ridotta dell’Imposta sul Valore Aggiunto.

DETTAGLI DECRETO SEMPLIFICAZIONI 2012

Certo, è giusto dirlo, avrebbe altresì impedito la chiusura della benché minima struttura ospedaliera, così che la sanità, per quanto mutilata da tagli complessivamente equivalenti ad oltre 5 miliardi di euro, potrà contare su una rete territoriale di tutto rispetto ed estremamente qualificata, oltre ad aver trovato le risorse per consentire la distribuzione dei testi di studio, in modo totalmente gratuito, a milioni di studenti italiani.

Eppure rimane il sospetto, più e più volte avanzato in questi giorni dai più importanti analisti, esperti e giornalisti italiani, che si sarebbe potuto fare davvero molto di più e davvero molto meglio rispetto a quanto avrebbe fatto il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti che, forse, alla fine sarebbe rimasto invischiato coi poteri forti che da sempre guiderebbero nell’ombra l’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>