Confindustria Padova e saldo IMU

di Vito Verna Commenta

LA CHIESA CATTOLICA PAGHERA’ L’ICI

Confindustria Padova e saldo IMU

Le piccole e medie imprese attualmente attive nel padovano, Provincia italiana sicuramente tra le più attive ed operose, potrebbero venire letteralmente messe in ginocchio dal saldo di dicembre 2012 dell’Imposta Municipale Unica 2012.

EBOOK GRATIS SULL’IMPOSTA MUNICIPALE UNICA 2012

A rivelarlo, confermando quanto da noi già appurato in numerose occasioni (avremmo già avuto modo di parlare, come certamente ricorderete, della decisione della quasi totalità delle amministrazioni dei Comuni capoluoghi di Regione e di Provincia di aumentare l’Imposta Municipale Unica a carico dei proprietari di seconde case ed immobili di impresa), la sezione padovana della Confederazione Generale dell’Industria Italiana.

IMU PIU’ COSTOSA DELLA VECCHIA ICI

I responsabili di Confindustria Padova, come reso noto da blog e giornali locali e specializzati sull’argomento oggi alla nostra attenzione, avrebbe infatti recentemente avuto modo di stimare l’impatto che l’Imposta Municipale Unica, ed il saldo di dicembre 2012 in particolar modo, potrebbe avere sulle aziende, imprese e industrie, qualsiasi dimensione esse abbiano e qualsiasi sia il comparto di riferimento, della Provincia di Padova.

LA CHIESA CATTOLICA PAGHERA’ L’ICI

La stima, che si baserebbe sia sui dati ufficialmente resi noti dall’Agenzia del Territorio del Ministero dell’Economia e delle Finanze che sulle previsioni per il futuro, parlerebbe oltre modo chiaro e rivelerebbe che le aliquote IMU potrebbe raggiungere l’8,15 per mille in Provincia e il 9,6 per mille all’interno del Comune di Padova per un gettito complessivo, relativo al solo saldo di dicembre 2012, equivalente a circa 103 milioni di euro.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>