Si allargano le competenze delle farmacie

di Giuseppe Aymerich Commenta

Il decreto legislativo segue di pochi mesi la delega conferita dal Parlamento al Governo lo scorso 18 giugno..

strumentazione-farmacia

Il settore farmaceutico, seppure complessivamente florido, ha subito un colpo significativo dall’apertura delle parafarmacie e dalla liberalizzazione dei farmaci da banco.

A seguito delle numerose proteste attuate nel tempo dalla categoria, il Governo ha deciso di offrire ai titolari di esercizi farmaceutici un modo per incrementare il proprio raggio di affari, attribuendo loro competenze prima non previste e riconoscendone l’elevata preparazione e professionalità.


Un decreto legislativo varato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 2 ottobre, infatti, ridisegna il sistema complessivo dei servizi erogati dalle farmacie all’interno del Servizio Sanitario Nazionale, aggiungendo a quelli tradizionali anche delle innovazioni non di secondaria importanza.

Il decreto legislativo segue di pochi mesi la delega conferita dal Parlamento al Governo lo scorso 18 giugno, con l’approvazione della legge n. 69/2009 in tema di riordino della sanità. Oltre alla cessione di beni, possiamo ormai dire che le farmacie potranno divenire dispensatrici di servizi di varia tipologia.


In particolare, è previsto che le farmacie possano mettere a disposizione infermieri e fisioterapisti per visite a domicilio, e più in generale partecipare ai servizi di assistenza domiciliare; gestire la prenotazione di esami medici e visite specialistiche presso le strutture convenzionate pubbliche e private, nonché gestire il pagamento di ticket e spese varie;

partecipare alle iniziative pubbliche di educazione sanitaria della popolazione e di realizzazione di campagne di prevenzione, potendo, fra l’altro, eseguire ricerche e analisi funzionali allo scopo; ritirare per conto del paziente e successiva consegnare al medesimo i referti medici dopo gli esami compiuti.

Si attendono successivi decreti e regolamenti ministeriali che espliciteranno nel dettaglio come tali servizi potranno essere erogati e quali saranno i relativi compensi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>