Federalismo, esplode il caso Regioni

di Alessandro Bombardieri Commenta

Arriva lo scontro con le regioni sul decreto legislativo del fisco municipale.

Dopo aver ottenuto la fiducia della Camera, il federalismo ieri è stato approvato dal Consiglio dei Ministri, come annunciato ufficialmente dal ministro dell’Interno Roberto Maroni, il quale ha sottolineato anche che è stata approvata pure la proroga di quattro mesi.

Al tempo stesso però arriva lo scontro con le regioni sul decreto legislativo del fisco municipale. Come dichiarato da Vasco Errani, presidente della Conferenza, le Regioni hanno detto al governo che dal momento che non sono stati onorati i contenuti dell’accordo, l’intesa non c’è. Errani ha anche avverti che l’accordo deve essere concretizzato rapidissimamente.


Calderoli ha risposto seccamente dichiarando che il governo ha raggiunto un’intesa, con Regioni, Comuni e Province, sul decreto sul federalismo regionale e provinciale, ad una serie di condizioni che il governo intende rispettare completamente. Il problema sollevato da Errani dunque non esiste secondo la Lega.

Pier Ferdinando Casini, leader Udc, ha giudicato il federalismo uno spot per la Lega che aumenterà le tasse per tutti gli italiani.

Sergio Chiamparino, presidente nazionale dell’Anci e sindaco di Torino, sostiene inoltre che la proroga di 4 mesi è un segno della fatica con cui la maggioranza gestisce un processo complesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>