Nuove pesanti accuse di Lucia Borgonzoni su Bibbiano

di Daniele Pace Commenta

Dichiarazioni pesanti da parte della candidata della Lega alla presidenza della Regione Emilia Romagna

Arrivano direttamente da Lucia Borgonzoni, candidata della Lega alla presidenza della Regione Emilia Romagna, alcune pesanti accuse al Partito Democratico, per quanto riguarda il caso di Bibbiano. Da sempre una delle leve più pesanti nella campagna elettorale del Carroccio in questa regione, le ultime novità sul fronte delle indagini hanno reso nuovamente caldo un caso che da una parte viene spinto in ogni modo, mentre dall’altro si tende a minimizzare.

Borgonzoni

Le ultime parole di Lucia Borgonzoni sulla questione Bibbiano

In particolare, Lucia Borgonzoni intende colpire con un nuovo post social proprio coloro che nel corso delle ultime settimane hanno provato ad archiviare la questione. Ad oggi, è impossibile prevedere come andrà a finire questa storia, ma la sensazione è che se ne parlerà ancora a lungo, da una parte e dall’altra, fino alla tanto attesa tornata elettorale in programma in Emilia Romagna il prossimo 26 gennaio. A seguire, comunque, possiamo farci un’idea più precisa di quanto sta avvenendo, con le parole originali che sono state rese pubbliche dalla candidata della Lega:

Chi aveva il dovere di controllare e non lo ha fatto dovrebbe chiedere scusa. Da mesi invochiamo chiarezza, trasparenza, giustizia per bambini e famiglie. Dal Pd c’è stata colpevole leggerezza politica su fatti gravissimi, hanno derubricato a “raffreddore” l’inchiesta di Bibbiano, poche ore fa le indagini si sono chiuse con 108 capi di imputazione, 26 indagati, tra cui due sindaci ed ex sindaci che sono o ‘erano’ del Pd, tra intercettazioni agghiaccianti e accuse terribili da parte dei pm, che ringraziamo per il loro lavoro.
E dopo il terribile caso Veleno di qualche anno fa, nel Modenese, non si sono introdotti anticorpi, tanto che alcuni protagonisti di quella vicenda li ritroviamo nell’inchiesta ‘Angeli e demoni’.
Noi vogliamo giustizia e verità per quanto accaduto e faremo massima chiarezza sul sistema degli affidi in regione“.

Al momento della pubblicazione del nostro articolo, non abbiamo ancora una presa di posizione ufficiale da parte del Partito Democratico. Né sulle ultime novità riguardanti l’inchiesta di Bibbiano, né a proposito della dura presa di posizione di Lucia Borgonzoni a poco più di dieci giorni dal voto in Emilia Romagna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>