Prossimi appuntamenti tra Biden e Putin: cosa sappiamo al momento

di Daniele Pace Commenta

Riscontri utili per comprendere come siano andate le cose tra i due leader

Arrivano le prime indiscrezioni su un nuovo possibile incontro tra Biden e Putin. Nello specifico, pare sia stato proprio il presidente russo Vladimir Putin ha apprezzato il formato di un recente incontro video con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden, ha detto mercoledì il Cremlino. Non è un caso che molti addetti ai lavori in questa fase stiano già avanzando delle ipotesi sul prossimo meeting che ci sarà tra i due, a prescindere dal fatto che con ogni probabilità sarà virtuale.

Biden

Primi riscontri dopo la conference tra Biden e Putin

Proprio dallo staff del leader politico russo sono arrivate i primi riscontri in merito: “In realtà, questo formato (riunione video) consente di parlare in modo abbastanza franco. Almeno, al presidente Putin è piaciuto questo formato”, ha detto il portavoce Dmitry Peskov ai giornalisti a Mosca.

Alla domanda se Putin e Biden abbiano concordato una data per un nuovo incontro, Peskov ha detto che al momento “è impossibile parlare di tali termini”.

Nella fase attuale, i funzionari nominati da entrambe le parti si incontreranno per discutere le questioni della stabilità strategica in Europa, ha affermato Peskov.

“Non è ancora possibile dire esattamente quando accadrà, ma i presidenti hanno inteso che dovrebbe avvenire molto, molto rapidamente”, ha osservato. I presidenti di Russia e Stati Uniti hanno concordato durante la riunione video tenutasi martedì di nominare i rappresentanti che affronteranno il confronto tra Russia ed Europa.

Secondo una lettura della Casa Bianca dopo l’incontro, Biden ha espresso a Putin le sue preoccupazioni per la cosiddetta “escalation” delle truppe russe vicino al confine ucraino e ha avvertito delle sanzioni che gli Stati Uniti e i loro alleati sarebbero pronti a imporre se la situazione dovesse peggiorare ulteriormente.

In risposta, Putin ha messo in guardia dal “spostare la responsabilità” alla Russia, sottolineando che è stata la NATO ad essere impegnata in “pericolosi tentativi di prendere piede sul territorio ucraino e di rafforzare le sue capacità militari lungo il confine russo”, ha affermato una dichiarazione separata. dal Cremlino.

Ha aggiunto che la Russia ha cercato di ottenere “garanzie affidabili e legalmente vincolanti che escludano l’eventualità di un’espansione verso est della NATO e il dispiegamento di sistemi d’arma offensivi nei paesi confinanti con la Russia”.

I due leader hanno concordato di incaricare i loro rappresentanti di impegnarsi in consultazioni significative su queste questioni delicate.​​​​​​​ Staremo a vedere se e quando ci sarà un ulteriore passaggio tra Biden e Putin su questi delicati temi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>