Le nuove BR e il nuovo terrorismo italiano

di Vito Verna Commenta

L'Italia, purtroppo, potrebbe tornare presto a (ri)vivere una stagione del terrore e dell'odio che, moltissimi di noi, specie tra i non più giovanissimi, avrebbero sicuramente sperato di essersi lasciata alla spalle.

Le nuove BR e il nuovo terrorismo italiano

L’Italia, purtroppo, potrebbe tornare presto a (ri)vivere una stagione del terrore e dell’odio che, moltissimi di noi, specie tra i non più giovanissimi, avrebbero sicuramente sperato di essersi lasciata alla spalle.

IL TRIONFO DI HOLLANDE E LA NUOVA EUROPA

Eppure, checché ne dicano gli esperti, gli eventi, tragici, di questi ultimi giorni (dalla gambizzazione di Roberto Adinolfi alla scritta “Orsi a morte” corredata dalla ben nota e famigerata stella a cinque punta trovata negli uffici genovesi di Ansaldo Energia), sembrerebbero davvero lasciare intendere che, quel periodo, potrebbe davvero tornare per poi manifestarsi, contrariamente a quanto avvenne allora (quando le azioni delle BR, per quanto devastanti, era guidate da un preciso intento e finalizzate ad uno specifico scopo), in un desiderio di distruzione ed eversione totale, incontrollabile ed immotivata.

I NAZISTI TORNANO IN PARLAMENTO

La divisione del Paese e dell’Europa, fomentata dalla battaglia, per fortuna squisitamente elettorale, tra politica ed antipolitica (che, per esempio in Grecia, avrebbe visto la vittoria della seconda), non farebbe che aggravare la situazione facendo letteralmente venir meno qualsiasi punto di riferimento.

LA DISFATTA DEL POPOLO DELLA LIBERTA’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>