I precari della scuola in un reality e la Sinistra s’indigna

di Elena Botta 1

In questi giorni sui canali Mediaset sta andando in onda il promo di un nuovo reality che andrà in onda su Canale Cinque che vedrà protagonisti un gruppo di insegnanti precari a cui viene garantito che chi arriverà alla fine si aggiudicherà dieci anni di stipendio fisso

In questi giorni sui canali Mediaset sta andando in onda il promo di un nuovo reality che andrà in onda su Canale Cinque che vedrà protagonisti un gruppo di insegnanti precari a cui viene garantito che chi arriverà alla fine si aggiudicherà dieci anni di stipendio fisso.
Ovviamente lo spot ha destato molte polemiche sia da parte dei molti precari, che proprio sabato sono scesi in piazza a manifestare sia da parte dei sindacati che da parte di Francesca Puglisi, responsabile scuola del PD.
Tutta l’Opposizione si è schierata contro la messa in onda di un programma atto a spettacolarizzare il dramma dei precari che sono stati appena licenziati dal Ministro Gelmini che anzichè incentivare i fondi alla scuola, sta tagliando gli operatori del settore.



Una vergogna, grida in coro l’Opposizione a cui si unisce la voce dei sindacati che condannano la scelta del governo Berlusconi che taglia i fondi alla cultura per investirli nei programmi televisivi, dove i precari si prostituiscono pur di ricevere un compenso (anche perchè per i concorrenti è previsto un incasso di 150 mila euro tout court solo per aver superato le selezioni).
In più un’umiliazione per la categoria che si dovrà cimentare a colmare le lacune dei diversi vip scampati ai diversi reality e che hanno dimostrato la loro totale ignoranza in tutti i campi.
Un offesa quindi sia per chi partecipa nelle vesti insegnante e per chi guarda, che vedrà della gente laureata che non ha un futuro certo per la vita da una parte mentre dall’altra della gente ignorante che però guadagna cinquemila euro a presenziare una serata in discoteca senza saper fare una o con un bicchiere.
Il PD chiede che venga per lo meno rimandato, vista l’odierna situazione della scuola italiana, mentre gli autori del programma sostengono che sia un modo per valorizzare una professione che è troppo spesso sottovalutata.
a condurre questo programma dovrebbero essere Nicola Savino e Barbara D’Urso, ma per adesso non è stato confermato nulla dagli autori Mediaset

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>