I contratti a termine della riforma del lavoro verranno modificati

di Vito Verna Commenta

La riforma del mercato del lavoro non sarebbe perfetta e questa, come ben sapremmo, sarebbe l'opinione maggiormente diffusa tra datori di lavoro, aziende, piccole e medie imprese, industrie, società ed esperti italiani.

I contratti a termine della riforma del lavoro verranno modificati

La riforma del mercato del lavoro non sarebbe perfetta e questa, come ben sapremmo, sarebbe l’opinione maggiormente diffusa tra datori di lavoro, aziende, piccole e medie imprese, industrie, società ed esperti italiani.

RIFORMA DEL LAVORO SFATA IL MITO DELL’ARTICOLO 18

Recentemente, come certamente saprete, avremmo a tal proposito avuto modo di riportare le opinioni dell’Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro che, senza mezzi termini, avrebbe sollevato dubbi di incostituzionalità in merito a taluni articoli e passaggi del testo della legge approvata a luglio 2012.

RIFORMA DEL WELFARE 2012

Parrebbe però essersene accorta, verrebbe da dire finalmente, anche il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero che, nonostante continui a dirsi convinta della bontà del proprio operato, potrebbe ben presto decidere di mettere nuovamente mano alla riforma del mercato del lavoro, grazie alla collaborazione degli attori coinvolti, così da modificare, almeno in parte, il contratto di lavoro a tempo determinato.

RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO

A non piacere più, al Ministro Fornero, sarebbero i tempi che, a norma di legge, dovrebbero intercorrere tra la sottoscrizione di due successivi e consecutivi contratti di lavoro a termine (attualmente, come saprete, per avviare un secondo contratto di lavoro a tempo determinato bisognerebbe attendere 60 giorni nel caso in cui il primo abbia avuto una durata superiore ai 6 mesi e addirittura 90 giorni nel caso in cui il primo abbia avuto una durata superiore ai 9 mesi).

La norma, ovviamente ideata per favorire le assunzione a tempo indeterminato, che potrebbero venir sottoscritte subito dopo la conclusione di qualsiasi rapporto di lavoro, non starebbe producendo affatto gli effetti desiderati, avendo fatto aumentare il lavoro nero ed il ricorso ad altri comportamenti abusivi, e potrebbe per questo venir modificata.

Photo Credits | Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>