Messaggi di risposta automatici durante le ferie

di Vito Verna Commenta

L'idea migliore, in questo senso, potrebbe essere quella di redarre un messaggio di testo il più asciutto e stringato possibile che, senza alcun giro di parole, comunichi al nostro interlocutore solamente le informazioni veramente necessarie.

Messaggi di risposta automatici durante le ferie

Moltissimi di noi, come spesso avverrebbe, durante il mese di agosto sarebbero in ferie e, cosi facendo, potrebbero godere dell’opportunità di staccare, per qualche tempo, completamente la spina e rigenerarsi lasciandosi alle spalle, fortunatamente, quella sgradevole sensazione di aver l’acqua alla gola che ciascuno di noi, in questo lungo, complesso e difficile anno, potrebbero aver provato almeno una volta.

POSSIBILI EFFETTI COLLATERALI DELLA CRISI ECONOMICA

Considerando, dunque, la nostra lunga assenza dal posto di lavoro, bisognerà provvedere affinché, chiunque ci cerchi in quel determinato periodo, sappia che non saremo disponibili per un prestabilito lasso di tempo, che saremo in ferie e che ci faremo sentire non appena saremo tornati.

RECORD FALLIMENTI PMI NEL 2011

La soluzione più immediata, come sempre, consisterebbe nel comporre un breve messaggio di testo, da inserire poi in una email di risposta che, automaticamente, verrà inviata a chiunque ci abbia fatto pervenire, durante le nostre ferie, un qualsiasi messaggio di posta elettronica.

I SUICIDI DELLA CRISI ECONOMICA

L’idea migliore, in questo senso, potrebbe essere quella di redarre un messaggio di testo il più asciutto e stringato possibile che, senza alcun giro di parole, comunichi al nostro interlocutore solamente le informazioni veramente necessarie.

La tentazione potrebbe essere quella di aggiungere a codesta email anche indirizzi di posta elettronica o numeri di telefono alternativi a quelli usuali così da essere sempre rintracciabili.

Vi sconsigliamo di farlo, però, per due precisi motivo:

– il primo riguarderebbe la nostra salute psicofisica che, come dimostrato dai più recenti studi scientifici, trarrebbe enormi benefici dal vivere, anche solamente per un periodo di tempo limitato, non già costantemente connessi ad internet bensì completamente offline

– il secondo riguarderebbe le possibili violazioni della privacy giacché, purtroppo, il messaggio di risposta automatico potrebbe venir erroneamente inviato ad uno spammer che, a quel punto, avrebbe a propria disposizione moltissime informazioni decisamente riservate.

Da evitarsi, infine, anche tutte le forme giocose, scherzose o che possano, anche solamente in minima parte, far intuire quanto ci stiamo divertendo o rilassando a dispetto di quanti, purtroppo, stiano ancora lavorando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>